Home Stampa Articoli ……Nessuno è profeta in Patria …..
……Nessuno è profeta in Patria ….. PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   

Nel 1996 quando l’Uria per prima parlò della necessità di conoscere e mettere in sicurezza il patrimonio immobiliare e per la sua conoscenza e manutenzione programmata elaborò il tanto menzionato “Libretto Casa”, la nostra proposta fu da molti ignorata, da altri tralasciata ed infine da taluni denigrata come operazione di professionisti senza futuro in cerca di lavoro.

Ma poi vennero i morti a risvegliare gli animi ed a Roma dopo il crollo del palazzo di via Jacobini la Giunta comunale pensò di adottare uno strumento che, partendo dal Libretto Casa, dopo numerosi e lunghi incontri fra varie categorie, ingegneri, architetti, geologi ecc.venne identificato nell’altrettanto menzionato Fascicolo del Fabbricato… , dal costo assai contenuto per la proprietà, quasi un prezzo politico; ma anche di fronte all’espressione comune del mondo politico e professionale varie leggi , leggine, lacci, lacciuoli e financo la Corte costituzionale ne hanno decretato la incostituzionalità e la inapplicabilità.

 

L’URIA, però, ha continuato a studiare ed analizzare i problemi inerenti la sicurezza del territorio e del patrimonio immobiliare, uno dei luoghi principe della vita dell’uomo, e di fronte alle dichiarazioni degli allora esponenti del Governo sull’impossibilità dello Stato di affrontare i costi della ricostruzione, ha studiato e con altri organismi ha proposto l’obbligatorietà di una polizza assicurativa del bene casa a tutela anche di eventi calamitosi gravi come il sisma ed il dissesto idrogeologico.

Anche questa proposta non ha trovato riscontro e giace immobile in qualche Commissione del Senato … ma L’URIA ha continuato ad affrontare il problema delle fragilità del nostro territorio e del tessuto urbano e di fronte al passare del tempo 1996 – 2016 – è apparsa evidente la necessità di mettere in campo la più Grande Opera Pubblica del dopoguerra; infatti lo Stato deve affrontare il ripristino della sicurezza.

Si tratta di un piano a breve termine per le problematiche più impellenti, a medio per le zone più a rischio, quasi tutte sulla dorsale appenninica, ed a lungo termine per tutto il Paese.

Un piano che con piacere vediamo, da notizie di stampa, in molte parti condiviso dal senatore Piano; infatti oggi è completamente inutile parlare di operazioni senza avere un piano progettato in toto per il futuro che dovremmo dare al nostro Paese.

Il riparlar oggi di libretto casa, fascicolo del fabbricato, dell’assicurazione obbligatoria è ritornare indietro di anni, vuol dire riproporre operazioni ormai desuete su cui sembrano abbarbicarsi, e sì questa volta potrebbe sembrare vero, gli interessi di molti.

Siamo pronti, anche questa volta, ad affrontare con realtà i problemi della fragilità del nostro territorio e del settore immobiliare, spesso acuito da una mancata cura e conoscenza dello stesso, a condividere e partecipare i nostri studi e proposte, a sottolineare l’urgenza di una circonstanziata programmazione ma non siamo più disposti ad accettare le “lacrime di coccodrillo” di chi avrebbe potuto fare e non ha fatto, di chi aveva il potere di fare e non ha fatto, di chi ha dimenticato i rischi del nostro Paese e non ha perlomeno iniziato a programmare un futuro migliore per i nostri figlie nipoti.

Ogni giorno perso in parole è un silenzio colposo nei confronti delle future calamità che ci auguriamo non avvengano più ma che tutti sanno che è questione di tempo ma putroppo si presenteranno dolorose con il loro fardello di morti.

Noi come i “nemo propheta in patria” non ci riconosciamo colpe perché in tutti i modi leciti ci siamo rivolti alle Istituzioni chiedendo attenzione e sicurezza. Sono 20 anni in cui abbiamo chiesto di confrontarci sulla opportunità di mettere in sicurezza il territorio, il comparto immobiliare, non edificato secondo quanto previsto la normativa antisismica, di affrontare il dissesto idrogeologico e l’efficientamento energetico. Una partita unica in cui a step by step si affronta la più Grande Opera Pubblica che oltre alla sicurezza del cittadino rappresenterà quel volano economico della ripresa strutturale del Paese.

 

Informazioni Profilo

Application afterLoad: 0.000 seconds, 0.69 MB
Application afterInitialise: 0.024 seconds, 1.67 MB
Application afterRoute: 0.029 seconds, 2.36 MB
Application afterDispatch: 0.062 seconds, 3.78 MB
Application afterRender: 0.077 seconds, 4.02 MB

Utilizzo Memoria

4289312

11 queries logged

  1. SELECT *
      FROM jos_session
      WHERE session_id = 'rsudu6gn1u05vdhdqja162mp21'
  2. DELETE
      FROM jos_session
      WHERE ( TIME < '1506274141' )
  3. SELECT *
      FROM jos_session
      WHERE session_id = 'rsudu6gn1u05vdhdqja162mp21'
  4. INSERT INTO `jos_session` ( `session_id`,`time`,`username`,`gid`,`guest`,`client_id` )
      VALUES ( 'rsudu6gn1u05vdhdqja162mp21','1506275041','','0','1','0' )
  5. SELECT *
      FROM jos_components
      WHERE parent = 0
  6. SELECT folder AS TYPE, element AS name, params
      FROM jos_plugins
      WHERE published >= 1
      AND access <= 0
      ORDER BY ordering
  7. SELECT id, title, alias
      FROM jos_jumi
      WHERE published = 1
  8. SELECT template
      FROM jos_templates_menu
      WHERE client_id = 0
      AND (menuid = 0 OR menuid = 101)
      ORDER BY menuid DESC
      LIMIT 0, 1
  9. SELECT a.*, u.name AS author, u.usertype, cc.title AS category, s.title AS SECTION, CASE WHEN CHAR_LENGTH(a.alias) THEN CONCAT_WS(":", a.id, a.alias) ELSE a.id END AS slug, CASE WHEN CHAR_LENGTH(cc.alias) THEN CONCAT_WS(":", cc.id, cc.alias) ELSE cc.id END AS catslug, g.name AS groups, s.published AS sec_pub, cc.published AS cat_pub, s.access AS sec_access, cc.access AS cat_access  
      FROM jos_content AS a
      LEFT JOIN jos_categories AS cc
      ON cc.id = a.catid
      LEFT JOIN jos_sections AS s
      ON s.id = cc.SECTION
      AND s.scope = "content"
      LEFT JOIN jos_users AS u
      ON u.id = a.created_by
      LEFT JOIN jos_groups AS g
      ON a.access = g.id
      WHERE a.id = 619
      AND (  ( a.created_by = 0 )    OR  ( a.state = 1
      AND ( a.publish_up = '0000-00-00 00:00:00' OR a.publish_up <= '2017-09-24 17:44:01' )
      AND ( a.publish_down = '0000-00-00 00:00:00' OR a.publish_down >= '2017-09-24 17:44:01' )   )    OR  ( a.state = -1 )  )
  10. UPDATE jos_content
      SET hits = ( hits + 1 )
      WHERE id='619'
  11. SELECT id, title, module, POSITION, content, showtitle, control, params
      FROM jos_modules AS m
      LEFT JOIN jos_modules_menu AS mm
      ON mm.moduleid = m.id
      WHERE m.published = 1
      AND m.access <= 0
      AND m.client_id = 0
      AND ( mm.menuid = 101 OR mm.menuid = 0 )
      ORDER BY POSITION, ordering

File Lingua caricati

Stringhe Diagnostica non tradotte

Nessuno

Stringhe Designer non tradotte

Nessuno