Home Stampa Articoli
Terremoto.... La Storia si Ripete PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   

Il nostro Paese è ancora una volta messo a dura prova dagli eventi naturali, terremoti, inondazioni, frane che evidenziano la fragilità del nostro Paese e l’inadeguatezza del territorio, delle infrastrutture e del patrimonio immobiliare a sopportare tali calamità.

L’URIA da oltre 20 anni si occupa di tali tematiche e sostenuta da studi rigorosi ed approfondditi ha evidenziato, per esempio nel settore immobiliare, che la fragilità del patrimonio non è dovuta solo agli eventi naturali ma anche, e sopprattutto, ad una mancanza di manutenzione legata alla messa in sicurezza dal punto di vista statico.

Leggi tutto...
 
Il Terremoto ha Colpito la Storia di Roma PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   

Dopo le forti scosse di terremoto che hanno investito il centro Italia sono stati rilevati danni anche a Roma; la città che meglio rappresenta una millenaria, ricca e fastosa storia archeologica, monumentale, artistica e paesaggistica del mondo.

Tra i numerosi monumenti che hanno subito danni sottolineiamo le forti lesioni comparse su di un torrione delle mure aureliane tra porta San Sebastiano e Porta Latina.

Leggi tutto...
 
……Nessuno è profeta in Patria ….. PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   

Nel 1996 quando l’Uria per prima parlò della necessità di conoscere e mettere in sicurezza il patrimonio immobiliare e per la sua conoscenza e manutenzione programmata elaborò il tanto menzionato “Libretto Casa”, la nostra proposta fu da molti ignorata, da altri tralasciata ed infine da taluni denigrata come operazione di professionisti senza futuro in cerca di lavoro.

Ma poi vennero i morti a risvegliare gli animi ed a Roma dopo il crollo del palazzo di via Jacobini la Giunta comunale pensò di adottare uno strumento che, partendo dal Libretto Casa, dopo numerosi e lunghi incontri fra varie categorie, ingegneri, architetti, geologi ecc.venne identificato nell’altrettanto menzionato Fascicolo del Fabbricato… , dal costo assai contenuto per la proprietà, quasi un prezzo politico; ma anche di fronte all’espressione comune del mondo politico e professionale varie leggi , leggine, lacci, lacciuoli e financo la Corte costituzionale ne hanno decretato la incostituzionalità e la inapplicabilità.

Leggi tutto...
 
GOVERNO SVEGLIATI II PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   

GOVERNO SVEGLIATI II


Abbiamo appreso dal Presidente Renzi, in merito al progetto "Casa Italia" che l’introduzione di una polizza assicurativa obbligatoria per gli immobili non è all’ordine del giorno dei lavori del Governo.

L’URIA con una esperienza più che ventennale nella messa in sicurezza del territorio, partita nel 1996 con il libretto Casa fino alla presentazione con altre Organizzazioni di un progetto di legge per l’adozione di una polizza assicurativa obbligatoria per gli immobili, ha proseguito i suoi studi e da tempo ha affrontato il problema in modo più ficcante, congruente e confacente con un programma a breve, medio e lungo termine attraverso step by step.

A sostegno di un impegno economico di grande rilievo ci confortano, peraltro, le parole del premier Renzi che afferma che i soldi per la ricostruzione ci sono. Infatti, al di là, che in Italia non è diffusa l’idea di sicurezza, limitata solo all’automobile, e non certamente alla “casa” pubblica o privata che sia, il sapere dell’esistenza di fondi adeguati per la ricostruzione dei paesi terremotati (e per il vero di ricostruzione abbiamo ancora tanto da fare) e della messa in sicurezza del territorio non può far altro che renderci più sicuri del nostro futuro.

Infatti le parole che riporto virgolettate dell’allora capo dipartimento della protezione civile Franco Gabrielli circa le difficoltà finanziarie dello Stato ad affrontare la ricostruzione evidentemente non sono più valide.

Purtroppo per il futuro dovremo - dichiarò Gabrielli durante un incontro con gli imprenditori aquilani – pensare alle assicurazioni, perché lo Stato non è più in grado di fare investimenti sulle calamità: possiamo ritenere che gli Aquilani siano stati gli ultimi a ricevere assistenza dallo Stato. Il problema, però, è ancor più grave e a monte perché prima ancora che sulle calamità bisogna pensare alla prevenzione delle stesse. E il nostro Paese non ha investito su questo”.

Oggi troviamo che anche l’archistar sen. Renzo Piano, contattato dal Premier Renzi, parla e suggerisce l’adozione di un programma a breve, medio e lungo termine; un programma che riporti nel lungo periodo stabilità nel settore, uno sviluppo economico ed occupazionale. Ci troviamo d’accordo con Piano su molti punti mentre su altri ritengo che la nostra conoscenza possa essere di supporto per scelte più appropriate.

L’URIA pertanto chiede di far parte in sede tecnica del confronto con l’Esecutivo per l’individuazione delle più appropriate misure per la messa in sicurezza del territorio, del settore immobiliare, pubblico e privato, e l’efficientamento dello stesso.

 
GOVERNO SVEGLIATI PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   

GOVERNO SVEGLIATI

L’URIA da oltre un ventennio studia i problemi della sicurezza del territorio e del settore dell’edilizia e a certificare questa annotazione esistono gli atti di un Convegno dell’11 aprile 1996 durante il quale fu presentato, richiedendone l’adozione, il famoso “Lbretto CASA”.

Forse era troppo presto ed ancora la cultura della sicurezza tutta rivolta solamente all’auto non prendeva in considerazione il luogo dove l’uomo passa più del suo tempo: la casa, il posto di stutio e di lavoro. E non solo … non dimentichiamoci che associazioni di settore hanno urlato in modo sguaiato al piccolo cabotaggio di professionisti che cercavano fonti di lavoro a carico della povera e tartassata proprietà immobiliare.

Ora sembra che anche quelle voci di fronte alle vittime di questi ultimi anni si stiano organizzando per entrare nel coro di quelli che richiedono sicurezza… forse un po’ in ritardo perché con un discorso univoco avremmo già potuto sanare numerose realtà.

Sono passati 20 anni ed attraverso il lavoro di Commissioni istituite per lo studio del settore dal “Libretto Casa” abbiamo vissuto la storia dififcile ed inutile del “Fascicolo del fabbricato” e le “lacrime di Coccodrillo” versate ogni qual volta che accade una catastrofe che colpisce il nostro territorio.

Governo svegliati…. Non si può sperare che il nostro territorio sia refrattario alle sue fragilità… secoli di storia ci ricordano lacrime di dolore e di realtà sradicate dalla loro cultura.

Ma l’URIA ha continuato ad andare avanti e consapevole delle difficoltà economiche del nostro Paese e con la collaborazione di altre Associazioni ed Enti ha proposto già da anni la necessità di un’assicurazione obbligatoria della proprietà Immobiliare ed a tal proposito è stato anche illustrato un modello attuativo di tutto rigore con la presentazione di un disegno di legge al Senato in data 11 ottobre 2013 che tuttora non ha visto iniziare neppure l’esame.

Anche questa volta il silenzio imbarazzante della politica ha seppellito ogni tentativo di ricordare la necessità di affrontare con un discorso omogeneo le fragilità del nostro territorio delle nostre città delle nostro patrimonio artistico.

L’URIA è andata ancora, oltre, ed oggi richiede la messa in cantiere della più grande opera pubblica: La messa in sicurezza del territorio e del patrimonio edilizio. Si tratta di un programma a breve, medio e lungo termine; un programma che riporta stabilità nel settore, uno sviluppo economico ed occupazionale e che rimette l’Italia al pari delle altre nazioni, come il Giappone, che convive in modo razionale, mitigandone gli effetti, con un territorio altamente sismico.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4

Informazioni Profilo

Application afterLoad: 0.000 seconds, 0.69 MB
Application afterInitialise: 0.021 seconds, 1.67 MB
Application afterRoute: 0.025 seconds, 2.36 MB
Application afterDispatch: 0.093 seconds, 4.05 MB
Application afterRender: 0.109 seconds, 4.30 MB

Utilizzo Memoria

4581400

12 queries logged

  1. SELECT *
      FROM jos_session
      WHERE session_id = 'g1b7jp33qn6otau3ca0mkh3rj3'
  2. DELETE
      FROM jos_session
      WHERE ( TIME < '1506274046' )
  3. SELECT *
      FROM jos_session
      WHERE session_id = 'g1b7jp33qn6otau3ca0mkh3rj3'
  4. INSERT INTO `jos_session` ( `session_id`,`time`,`username`,`gid`,`guest`,`client_id` )
      VALUES ( 'g1b7jp33qn6otau3ca0mkh3rj3','1506274946','','0','1','0' )
  5. SELECT *
      FROM jos_components
      WHERE parent = 0
  6. SELECT folder AS TYPE, element AS name, params
      FROM jos_plugins
      WHERE published >= 1
      AND access <= 0
      ORDER BY ordering
  7. SELECT id, title, alias
      FROM jos_jumi
      WHERE published = 1
  8. SELECT template
      FROM jos_templates_menu
      WHERE client_id = 0
      AND (menuid = 0 OR menuid = 101)
      ORDER BY menuid DESC
      LIMIT 0, 1
  9. SELECT c.*, s.id AS sectionid, s.title AS sectiontitle, CASE WHEN CHAR_LENGTH(c.alias) THEN CONCAT_WS(":", c.id, c.alias) ELSE c.id END AS slug
      FROM jos_categories AS c
      INNER JOIN jos_sections AS s
      ON s.id = c.SECTION
      WHERE c.id = 44
      LIMIT 0, 1
  10. SELECT cc.title AS category, a.id, a.title, a.alias, a.title_alias, a.introtext, a.fulltext, a.sectionid, a.state, a.catid, a.created, a.created_by, a.created_by_alias, a.modified, a.modified_by, a.checked_out, a.checked_out_time, a.publish_up, a.publish_down, a.attribs, a.hits, a.images, a.urls, a.ordering, a.metakey, a.metadesc, a.access, CASE WHEN CHAR_LENGTH(a.alias) THEN CONCAT_WS(":", a.id, a.alias) ELSE a.id END AS slug, CASE WHEN CHAR_LENGTH(cc.alias) THEN CONCAT_WS(":", cc.id, cc.alias) ELSE cc.id END AS catslug, CHAR_LENGTH( a.`fulltext` ) AS readmore, u.name AS author, u.usertype, g.name AS groups, u.email AS author_email
      FROM jos_content AS a
      LEFT JOIN jos_categories AS cc
      ON a.catid = cc.id
      LEFT JOIN jos_users AS u
      ON u.id = a.created_by
      LEFT JOIN jos_groups AS g
      ON a.access = g.id
      WHERE 1
      AND a.access <= 0
      AND a.catid = 44
      AND a.state = 1
      AND ( publish_up = '0000-00-00 00:00:00' OR publish_up <= '2017-09-24 17:42:26' )
      AND ( publish_down = '0000-00-00 00:00:00' OR publish_down >= '2017-09-24 17:42:26' )
      ORDER BY  a.created DESC,  a.created DESC
      LIMIT 0, 9
  11. SELECT cc.title AS category, a.id, a.title, a.alias, a.title_alias, a.introtext, a.fulltext, a.sectionid, a.state, a.catid, a.created, a.created_by, a.created_by_alias, a.modified, a.modified_by, a.checked_out, a.checked_out_time, a.publish_up, a.publish_down, a.attribs, a.hits, a.images, a.urls, a.ordering, a.metakey, a.metadesc, a.access, CASE WHEN CHAR_LENGTH(a.alias) THEN CONCAT_WS(":", a.id, a.alias) ELSE a.id END AS slug, CASE WHEN CHAR_LENGTH(cc.alias) THEN CONCAT_WS(":", cc.id, cc.alias) ELSE cc.id END AS catslug, CHAR_LENGTH( a.`fulltext` ) AS readmore, u.name AS author, u.usertype, g.name AS groups, u.email AS author_email
      FROM jos_content AS a
      LEFT JOIN jos_categories AS cc
      ON a.catid = cc.id
      LEFT JOIN jos_users AS u
      ON u.id = a.created_by
      LEFT JOIN jos_groups AS g
      ON a.access = g.id
      WHERE 1
      AND a.access <= 0
      AND a.catid = 44
      AND a.state = 1
      AND ( publish_up = '0000-00-00 00:00:00' OR publish_up <= '2017-09-24 17:42:26' )
      AND ( publish_down = '0000-00-00 00:00:00' OR publish_down >= '2017-09-24 17:42:26' )
      ORDER BY  a.created DESC,  a.created DESC
  12. SELECT id, title, module, POSITION, content, showtitle, control, params
      FROM jos_modules AS m
      LEFT JOIN jos_modules_menu AS mm
      ON mm.moduleid = m.id
      WHERE m.published = 1
      AND m.access <= 0
      AND m.client_id = 0
      AND ( mm.menuid = 101 OR mm.menuid = 0 )
      ORDER BY POSITION, ordering

File Lingua caricati

Stringhe Diagnostica non tradotte

Nessuno

Stringhe Designer non tradotte

Nessuno