Home Roma Capitale Roma: il Futuro degli Ex Mercati Generali
Roma: il Futuro degli Ex Mercati Generali PDF Stampa E-mail
Scritto da Uria admin   
E’ stato di recente presentato dall’Assessore capitolino alla Trasformazione Urbana, on. Giovanni Caudo, unitamente al Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci, il programma architettonico-urbanistico per gli ex Mercati Generali di via Ostiense. La  “città annonaria” del 1922 rivista da Rem Koolhas, vincitore nel 2005 di  un concorso internazionale, viene oggi rimodulata nel quadro dell’evoluzione urbanistica previsto per il quartiere Ostiense – Marconi.

L'ultima variante approvata è la seconda della serie: già nel 2012 la distribuzione degli spazi era stata ridisegnata rispetto alla versione definitiva del progetto originario, approvata a maggio 2009. Queste le superfici per le diverse destinazioni d'uso, così come stabilite nelle tre fasi (progetto di partenza, 2009; prima variante, marzo 2012; seconda variante, marzo 2015, che ridefinisce in buona misura la proposta formulata a dicembre 2013 dalla concessionaria):

la ristorazione passa da 10.432 metri quadri (2009) a 9.132 (2012) e quindi a 7.200, pari all'8,42% sul totale (2015).

Le attività terziarie occupavano 9.978 metri quadri nel 2009, 22.756 nel 2012 e ora (2015) ne coprono 10.596 (12,40% sul totale).

L'area cultura e tempo libero passa dai 32.274 metri quadri del 2009 a 23.660 (2012) e quindi a 23.664 nel 2015 (27,69% sul totale).

Le attività commerciali si estendevano nel 2009 su 28.368 metri quadri, nel 2012 su 29.911 e ora ne occupano 39.000 (45,63% sul totale).

Il blocco studentato e attività turistico-ricettive, non previsto nella prima versione e nella variante del 2012, occupa nell'ultima variante 5.000 metri quadri (5,85% sul totale).

L'intera area da ristrutturare e valorizzare misura 85.460 metri quadri.

 

Fonte: Roma Capitale